Problem Solving con Il metodo delle 5 W e la tecnica F.A.R.E

Posted on Giu 14, 2016 in Articoli, Blog | 20 comments

Problem Solving con Il metodo delle 5 W e la tecnica F.A.R.E

Quando si devono affrontare degli obiettivi, dei problemi, molto spesso lo facciamo in modo compulsivo senza soffermarci ad analizzare tutte le possibilità e risorse che abbiamo a disposizione.
logo
Esistono vari modelli di Problem Solving.
Uno di questi è stato creato da Harold Lasswell ed è molto utile per la descrizione iniziale del problem setting.
logo
I passaggi da effettuare in questo caso sono più che altro delle domande da porsi:
logo

1. Who? Chi il referente?
2. What? Qual è l’obiettivo?
3. Where? Dove si deve intervenire?
4. When? Quando si deve intervenire?
5. Why? Perché lo si deve fare?

logo
A ciò è possibile aggiungere anche:

How? Come sviluppare il progetto?
How much? Quante risorse possono essere investite?

logo

La tecnica F.A.R.E.

Rimanendo sempre in ambito di Problem solving, un altro modello carino è quello denominato  F.A.R.E. (acronimo che racchiude tutte le fasi per il raggiungimento della soluzione):

1. Focalizzare: selezionare e definire il problema (capire qual è il problema e dargli il giusto peso. Circoscriverlo)

2. Analizzare: definire le informazioni da ricavare e la loro importanza per poi raccogliere i dati.

3. Risolvere: creare soluzioni alternative e selezionare la migliore. Sviluppare di un piano di attuazione.

4. Eseguire: definire l’obiettivo desiderato, eseguire il piano e monitorare dei risultati.

logo

Buon lavoro!

20 Comments

  1. A domani!!!

  2. Bello

  3. Non sempre si possono risolvere o eseguire. Buona serata

    • Vero Claudia… non in tutti i casi può funzionare come metodo. Buona serata anche a te.

  4. Eh si….è cosi che si fa effettivamente…..non l avevo mai analizzato!

  5. Io uso il metodo O.S.A. nel lavoro. Delinea gli Obiettivi, pianifica la Strategia per raggiungerli e Azione! 😉

  6. Sistema per me che da risultato, prendo appunti in una agenda, passo per passo, semplice devo farlo di nuovo, allora mi concentro, seno va in sacco roto!!! Buona serata-notte Franco!!!

  7. Interessantissimo questo post!…l’ho messo in memoria!…F.A.R.E.!!! Grandiiiiissimo Capitano!!!

  8. autostimarsi o non serve a nulla

    • Eh si… quello è un bel “mattone” dove appoggiarci tante cose…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *