“Quello che hai paura di fare è un chiaro indicatore della tua prossima cosa da fare” (Anthony Robbins)

Posted on Lug 1, 2016 in Blog, Motivazionale | 56 comments

“Quello che hai paura di fare è un chiaro indicatore della tua prossima cosa da fare” (Anthony Robbins)

"Quello che hai paura di fare è un chiaro indicatore della tua prossima cosa da fare" (Anthony Robbins)

“Quello che hai paura di fare è un chiaro indicatore della tua prossima cosa da fare”
(Anthony Robbins)

Intensa come affermazione!
Ma può far riflettere su cosa può essere “bloccante”…
Buona giornata!

“Le ipotesi condizionano l’osservazione.
L’osservazione genera la convinzione.
La convinzione produce l’esperienza.
L’esperienza dà vita al comportamento, il quale a sua volta conferma le ipotesi.”
(Anthony De Mello – La preghiera della rana)

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

56 Comments

  1. Buongiorno Franco…di primo mattino mi fai questi scherzi?
    Mi è venuto un gran mal di testa! Ho osservato e poi ipotizzato e sono arrivata alla conclusione che era meglio non farlo!!!! :-) :-) :-)

    • Buongiorno Francesca! Mi spiace… 😀😀 Però può essere utile in altri “casi”!

  2. Anche a me è successa la stessa cosa….Ora prendo un altro caffè e vedo di rileggere attentamente…Grazieeeeee…Buona giornata!!!

  3. Bellissima espressione ,molta paura vero!! Ma accipicchia vado avanti x realizzare. Ciao

  4. Assolutamente

  5. Vero..Grazie per lo spunto di rifless

    • Grazie Mariantonietta. Felice che ti sia stata utile. Buona giornata!

  6. … Buongiorno, Franco! Ma perché la rana?

  7. Grazie mi hai infuso un Po di coraggio

  8. Quando scegliamo di fare solo cose molto belle,non dovremmo avere alcuna paura né timore.Almeno nel momento in cui viene fatta. Possiamo solo esserne felici.

    • Vero Mariasole… Il problema può nascere prima della “scelta” di farle… quando si potrebbe essere bloccati da un qualcosa che ci “spaventa”… In quel momento potrebbe essere utile domandarsi il “come mai”. Per il resto concordo pienamente con te. Le cose belle non posso che renderci felici!

    • Condivido.Prima possono esserci timori sulle decisioni da prendere,è normale direi.Ma una volta presa, quando positiva non può esserci più alcuna paura. Personalmente penso che le paure principalmente accompagnino le scelte che già possiamo reputare in parte sbagliate per noi.Per qualche ragione inconscia,si lasciano dentro di noi spazi alle paure e alle angoscie.

    • In certi casi è come scrivi te, in altri possiamo essere “condizionati” da un qualcosa che in passato ci ha procurato un “disagio” e che ancora non abbiamo “risolto” dentro di noi. Ecco, è in quel caso che la “paura” ci può tornare utile (come indicatore) per “affrontare” quel vecchio disagio e metterlo in un’ottica diversa.

    • Certo,le variabili personali non mancano mai.

    • Eh si… di quelle si “abbonda”!…

  9. Da tenere sempre presente..si grazie..

  10. Per sbloccare c’è svidol

  11. Interessante…la condivido…

  12. Come lo sai???, ja, ja!!!❤

  13. Buonanotte Franco!⭐⭐⭐

  14. E per una volta ho vinto io…. !

  15. Assolutamente vero!!!!!!!!……notte

  16. L,erba che non vuoi ti cresce nell,orto.

    • Bello come detto Maria Teresa… in effetti rende bene l’idea…

  17. Meglio affrontare il problema nel momento che si presenta facendo magari respiri profondi e dicendo : ce la posso fare…avanti tutta….al Max si commette un errore ma anche agli errori si può rimediare…

  18. Beh. ……una bella lista

    • Eh si… se abbiamo il “coraggio” di ammetterlo è una bella lista… ma quando la “lista” viene fuori, possiamo scegliere da dove iniziare…

  19. Un “ago” indicatore! Grazie Capitano!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *