Fisico o Cerebrale

Posted on Lug 29, 2016 in Blog, Riflessivo | 98 comments

Fisico o Cerebrale

Modestamente sono un capolavoro

logo neutro

Fisico o Cerebrale?

Il Fisico “ama vivere principalmente attraverso il proprio corpo.”
Il Cerebrale “preferisce usare la mente”.

Opperò! Che coppia di grandi contrari psicologici (di Oscar Brenifier)!

logo neutro

Per il Fisico tutto è “materiale” (le idee non hanno sostanza…). Pertanto largo ai 5 sensi! Vista, olfatto, tatto, gusto e udito gli unici che secondo lui possono far sentire il mondo in modo diretto (il pensiero non è così affidabile…). Quindi, non si fida tanto dei conoscenza degli altri, ma quasi esclusivamente della propria esperienza. Ovviamente diventa alto il rischio di provare qualcosa di pericoloso, magari agendo d’impulso e senza valutare eventuali conseguenze.

logo neutro

Il Cerebrale è una sorta di investigatore… tutto è un enigma da indagare e risolvere. Pertanto, prima si cerca di comprendere e poi, se veramente necessario, si passa all’azione. Per spiegarsi formula idee ed assegna un “nome” in tutto quello in cui si imbatte. In questo modo sente che può relazionarsi meglio con il mondo ed apprendere di più anche di se stesso (l’inventiva non gli manca certo…). “Per lui sapere è il miglior mezzo per avere potere”.
Ovviamente è un tipo prudente e posato, coscienzioso di quello che può accadere attraverso le sue azioni e giudizi. Il problema potrebbe nascere nel suo essere sempre nei suoi pensieri… dimenticando la realtà e perdendosi in pensieri infiniti che lo possono bloccare quando sarebbe il momento di entrare in azione. Si sente spesso un pozzo di sapere ed in quei momenti potrebbe relazionarsi in modo freddo e pretenzioso.

logo neutro

Huao… mica semplice sintetizzare il meglio!
Vabbé… per oggi mi appoggio quasi tutto al Fisico, magari stasera faccio un fischio al Cerebrale davanti ad un buon bicchiere di vino…

Buona giornata a tutti!

logo neutro

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

98 Comments

  1. Azz… Che dura questa…!!! Beh ti dirò che mi ritrovo molto nel cereblare perché io devo viaggiare con là mente…devo entrare in una dimensione che non si può toccare con il fisico…poi quando entro in intimità con una persona allora divento fisica solo x poter “tastare” con mano mah poi ritorno ad essere cereblare è più forte di me….non potrei fare a meno x me sarebbe come vivere a metà….

    • Sai che è una sintesi interessante?… è come se mi potessi permettere di esplorare la “mia” fisicità solo quando la mente si sente al suo “posto”. Grazie Ale!

    • Bellissima là tua interpretazione delle mie parole…hai azzeccato in pieno!!! Grazie a TE Franco!!!

  2. Mi rispecchio nel cerebrale… però ogni tanto il fisico fa capolino…

  3. Decisamente “cerebrale”..ed ora si’ che mi sento in difficolta!!! E’ gia’ scritto tutto sul “cerebrale”…non manca proprio niente! Grande! Bellissimo ritratto!
    La cosa che mi sorprende di piu’, pero’, e’ che da qualche giorno, stranamente, riesco ad ingoiare meglio…avendo io, per chi non lo sapesse, problemi di deglutizione…vediamo pero’ (cerebrale alla grande!), se e’ solo un falso allarme oppure un reale miglioramento!
    Deve essere un “miglioramento”…lo voglio!!!
    “Fisico”?…certo che mi piace!
    Pero’ mi fa pensare a quei tipi, in palestra, dal fisico scolpito che solo a vederli mi viene voglia di disegnarli, tanto la loro anatomia e’ ben definita…poi li senti parlare e mentre raccontano all’amico dell’ultima serata trascorsa al ristorante, dicono:”…amo magnato”!!!
    Orroooooooreeeeeee!!!Inorridisco!!! Mi si spunterebbero anche le matite!!!
    Poveri muscoli…ai miei occhi diventano flosci come una camera d’aria forata.
    Oppure quelle signore che al concerto arrivano tutte bardate, in pompa magna…poi se chiedi loro se le e’ piaciuto Mozart, ti rispondono:”No, non l’ho incontrato! Dove stava?”.
    Bene! Scherzi a parte…e’ sempre l’equilibrio che vince!
    Tra un po’ mi preparero’ per uscire facendo pero’ attenzione, come al solito, a “confezionarmi” combinando bene i colori…cappello, stivaletti, occhiali, sciarpa, rossetto in tono e…luminoso sorriso da contagio!!!
    Grazie a questi esercizi quotidiani, sto’ riflettendo su cose, apparentemente scontate, ma che pesavano su di me come macigni…mi accorgo infatti, giorno dopo giorno, che la Marina semisommersa sta’ ritornando a galla e …tra un po’ ricomincera’ a nuotare…si salvi chi puo’!
    Abbasso le “Fatiche di Sisifo”!!!
    Come mi sento oggi?…se “cerebrale” o “fisico”?…fa niente, purche’ io sia sempre e solo “me stessa”!!!

  4. Oh signore questa è dura….. Allora io penso penso penso ma poi agisco spesso senza pensarci troppo anzi quasi per niente….
    Mi piace conoscere il parere degli altri, confrontarmi… e direi che tra i 5 sensi uso perlopiu’ il sesto senso! L’istinto…che viene dal cuore, dall’anima…quindi direi che non mi sento ne’ “fisico” ne’ “cerebrale”…piuttosto quella via di mezzo invisibile tra i due modi di essere

  5. Mi ritrovo nel cerebrale

    • Eh si… è stata la prima cosa che ho pensato anche io… poi mi sono domandato quanto in realtà mi piacesse gustarmi le cose usando i vari sensi… ed allora mi sono scoperto molto fisico… grazie Virginia.

    • Talvolta non e così semplice rispondere . .

    • Vero…

  6. Che io abbia tutti i difetti al posto giusto, sicuramente!! Ironizzo parecchio su questo, i difetti sono solo aree di miglioramento. Non apprezzo queste due tipologie psicologiche, da cui prendo le distanze debitamente. Ne ho conosciuti parecchi, uno è un caro amico, assai cerebrale da finire in analisi disperato per il burrone in cui è finito a furia di “pippe mentali” sugli astrattismo della vita. Porsi le domande giuste, discutere sui temi del lavoro e della vita è necessario, ma…La nostra parte spirituale è essenziale. Il nostro cuore è la nostra guida. Il fisico è il mezzo attraverso cui sperimentiamo questa vita, la mente…..Mente e pone limiti

    • Opperò! E meno male che non apprezzi queste due tipologie… Ne hai fatto un mix perfetto!… Cerebralmente Fisica! Grazie Concetta.

    • Ma daiiii!!! Possibile che vada bene anche così???

    • “Porsi le domande giuste, discutere sui temi del lavoro e della vita è necessario, ma…La nostra parte spirituale è essenziale. Il nostro cuore è la nostra guida. Il fisico è il mezzo attraverso cui sperimentiamo questa vita, la mente…..Mente e pone limiti”…. Non è un perfetto mix???

    • Tu dici?

    • Se vivi ascoltando con il cuore, se poni la crescita spirituale come non limite alla nostra vita, mente e corpo assumono aspetti secondari, mezzi e basta, non trovi?

    • Si… tenendo presente che “senza radici non si vola”. Allora il tutto diviene una perfetta fusione. Cosa ne pensi?

    • Vero! Senza radici non si vola, ma piccole piccole!!

  7. senza dubbio cerebrale….

    • Huao Tamara!… e del fisico niente niente?… neppure il piccolo piacere di “assaporare” qualcosa attraverso i sensi?

  8. La mente e una macchina potente di ricordi e anche di cose presenti e fisicamente celebrale ……non aggiungo altro

  9. Il corpo. è lo strumento che ti consente di cerebrare l’esistenza!

  10. Cerebrale pentita…

  11. Buongiorno

  12. Sono tutto ecco

  13. Metá e metá peró me piace troppo magná

  14. Decisamente cerebrale ma tanto…io non vivo per quanto penso!

  15. Buona notte Franco!

  16. Devo dire che l’età e l’esperienza mi hanno portata ad essere molto più cerebrale. Da giovane ho sempre pensato che ciò fosse la cosa migliore, ma…ahimè, spesso ho nostalgia di quegli ‘errori”, di quella dose di incoscienza che dava spazio al coraggio… Che bagaglio pesante l’esperienza!

    • Che bella come riflessione Lucy… ed è proprio vero… talvolta l’incoscienza apre a quel coraggio necessario per nuove “scoperte”. Ed anche se non sempre vanno a buon fine, diventano comunque esperienza. Buongiorno!

    • Buona domenica!

    • Anche a te Lucy!

  17. Io non mi sento ne uno ne l’altro…al centro credo…nn amo gli estremismi…

    • Ed è la condizione migliore per sfruttare al meglio le risorse Silvia… potendo scegliere quale occorrono di volta in volta…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *