Se non avessimo difetti, non proveremmo tanto piacere a notare quelli degli altri (Francois de La Rochefoucauld)

Posted on Nov 1, 2016 in Blog, Riflessivo | 86 comments

Se non avessimo difetti, non proveremmo tanto piacere a notare quelli degli altri (Francois de La Rochefoucauld)

Se non avessimo difetti, non proveremmo tanto piacere a notare quelli degli altri (Francois de La Rochefoucauld)

logo neutro

 

“Se non avessimo difetti, non proveremmo tanto piacere a notare quelli degli altri.” – (Francois de La Rochefoucauld)

 

In questi giorni mi sono letto il libretto “Massime scelte” e ci ho trovato molti spunti sui quali riflettere e che volevo condividere…
Continuando sempre sul tema della nostra ombra, sulle nostre proiezioni… alzi la mano chi su questo tema non ha mai in tutta la sua vita “scagliato la prima pietra”…
Io le alzo tutte e due e forse faccio un salto e tiro su anche le gambe!
Gulp… ma la cosa sulla quale non avevo mai fatto caso è il “piacere” a notare quelli degli altri…
Forse, più è il piacere, più grande è il mio difetto?!
Veramente da rifletterci su…
Buona giornata!

logo neutro

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

86 Comments

  1. Ma quante Vite ho vissuto per notare così Tanti Difetti degli altri? Non è possibile non possono essere tutti Miei

    • Mi hai fatto ridere!!! Dai che un pezzettino alla volta c’è la possiamo fare!!!

  2. Gia’ anche io alzo tutto. Mai notato o accusato nessuno di nulla. Dicono che sono ingenuaOK A ME STA BENE COSI’

  3. Più il piacere… piu il mio difetto è grande.. eh… l’ assenza di giudizio sarebbe un modo per non.provare piacere… dura!!!!! Anche perché pur provandoci, come dice Giuseppina il pensiero equivale ad averlo detto..

  4. Gli altri sono uno specchio. Ciò che ci da fastidio in loro é quello che dovremmo sistemare in noi é una bella scuola. Buona giornata Franco

  5. Grazie per questa riflessione che sento mi riguarda. Grazie ad Elena che ha espresso benissimo ciò che cercavo di dire. Mi sono sempre detto che ” i difetti che notiamo e ci danno fastidio negli altri sono il riflesso dei nostri difetti”. In fondo noi siamo in grado di riconoscere solo ciò che conosciamo e conteniamo.

    • “Solo ciò che conosciamo e conteniamo”… grazie a te per questa riflessione…

  6. Vero verissimo li notavo tutti ioMa grazie ad un lungo lavoro sono arrivata ad uno stato di consapevolezza e quando ancora capita qualche volta ne sorrido e mi chiedo se è mio quel difetto

  7. Madonna quanto lavoro che c è da fare.. io mi vedevo perfetta..

  8. Io vedo sempre tutti perfetti….

  9. Vero Franco: penso che vediamo negli altri ciò che ci appartiene, altrimenti non lo noteremmo dato che non sappiamo individuarlo. Però, se l’ombra è stata superata e integrata, ciò che vediamo può suscitarci compassione e affetto verso coloro che ancora navigano nel buio; se invece è ancora da comprendere e l’ombra è stata ben nascosta, gli altri diventano i nostri maestri nel diventare i nostri specchi. E’ più facile battere in difesa e diventare critici e giudici inflessibili….;) .

    • Come non concordare in pieno!… Soprattutto sul fatto che gli altri sono i nostri maestri in specchio… Per molti anni ho fatto i conti con le mie ombre ed è stato, ma lo è tuttora, un cammino fantastico. Grazie Sara!

    • Grazie a te.

  10. Concordo pienamente. :-)

  11. Praticamente io mi attacco altre 7/8 braccia e alzo anche quelle oltre alle gambe….cmq devo dire una cosa i difetti negli altri lì noto eccome mah non mi piace sottolinearli….anzi……mah se si permettono di sottolineare i miei allora comincio con i cartelloni pubblicitari dei loro…..

  12. E cmq I MIEI DIFETTI SONO TUTTI BELLLLLLLLIIIISSSSSIMI!!!!!! perché altrimenti non sarei IO!!!! e poi i difetti non esistono siamo noi a chiamarli difetti in realtà sono solo sfaccettature della nostra personalità…..e siamo esseri speciali grazie a quelli….❤❤❤

    • E nel momento in cui diventano “sfaccettature della nostra personalità” non sono più difetti! E non li noto neppure negli altri! Grande Ale!!! Grazie!

    • Proprio così x quello non amo puntare il dito sugli altri però sé ho dei dementi difronte mi difendo….😁😁😁 con grande consapevolezza……di chi ho davanti…..💪💪💪

    • Muoio!!!!!

  13. Potrei fare un elenco piu’ ricco delle Pagine Gialle…lo riconosco! Egoista, egocentrica, non sempre puntuale, spesso troppo nervosa, eccessivamente sensibile, ansiosa…ecc.ecc.Ma a che serve? Lo so che sono cosi’ e so anche che c’e’ una ragione a tutto.
    Guardando gli altri, invece, noto che mi disturba la volgarita’ dei modi e la mancanza di tatto…cose in cui non mi riconosco! Come, ad esempio, l’invadenza…non la tollero molto…faccio finta di niente, ma non mi piace!

    • Ecco… immaginare un elenco alfabetico mi ha fatto veramente ridere!!! Comunque è vero… tante cose che sono dentro di noi, ci risuonano in modo negativo quando “guardiamo” l’altro… Grazie Marina!

    • Grazie a te!🌞

    • Quanto tempo è psssato!🎀

    • Eh si!!! Un bel cammino!..

  14. Anch’io alzo braccia e gambe… e leggendo Elena mi sono resa conto che in fondo è così. …Allora inizio a sistemare un pò !!

  15. Apparte casi estremi….io credo che ogni difetto di ognuno in realtà non lo sia, fa parte di lui/lei e ognuno di noi è unico proprio grazie a quei difetti che spesso possono sembrare ingombranti o insopportabili…
    buona giornata.

  16. Osservare senza giudicare

  17. Ma..Questa volta mi cogli impreparata. Ogni tanto qualche “cappottino” con le amiche ci sta, è divertente. Notare i difetti? Piuttosto mi ritrovo a pensare: ma come puoi essere così??? Devo fare ammenda??

    • I cappottini sono il top!!!

    • I cappottini ci stanno sempre, specialmente seduti all’esterno di un bar che da su una grande piazza pedonale!!

  18. Buongiornissimo Franco perle di saggezza ho imparato con il tempo anche io di guardare e criticare prima i miei difetti e nn riesco piu a giudicare gli altri rifletto per migliorare i miei Grazie Franco

    • Che bello Ketty! Riflettere per migliorare i nostri. Grazie e buona giornata.

    • Grazie a te Franco!Sono arrivata a capire nn giudicare x nn essere giudicata il mondo riserva sorprese mai dire mai guardiamoci dentro la nostra anima

    • Vero… guardiamoci dentro…

  19. Esattamente, quando si prova quel “piacere” malato è proprio quando riconosciamo nell’altro qualcosa che già ci appartiene, è un mal comune mezzo gaudio insomma… ma ci fa comodo mascherarlo!
    Non sia mai che ci mettiamo in discussione, eh… che figura ci facciamo?! Buona giornata Franco

    • È proprio vero Nina… talvolta ci fa comodo mascherarlo. La cosa importante è comunque iniziare a riconoscerlo! Grazie e buona giornata.

  20. Verissimo. Nessuno è perfetto!!!

    • Eh già!… è importante tenerlo a mente… buona giornata Alejandra.

  21. Non lo so Franco… Probabilmente ho superato questo gradino .. voglio vedere tutti perfetti..Poiché siamo perfetti nella nostra imperfezione …Io vedo umanità per quello che È ….. Magnifica Energia Creativa rivestita dalla materia….. Buon giorno Franco e grazie .

    • Che bello Larissa!… Complimenti veramente… non è proprio facile vedere tutti perfetti. Grazie e buona giornata!

  22. Sono specchi, vero si fa prima a vedere i difetti altrui perché alla fine sono anche i nostri, per questo non dovremmo mai giudicare, perché così giudichiamo noi stessi, insomma … Il cane che si morde la coda, e quando infine ci mordiamo la coda, ci facciamo male!!! :”Haiiii! “. Quando capiremo che siamo stanchi di star male allora smetteremo di giudicare e inizieremo ad amare noi stessi e le nostre imperfezioni, e così il nostro prossimo così com’è.
    Bacione

    • Bella l’immagine del cane che si morde la coda… rende benissimo l’idea! Grazie e buona giornata.

  23. Verissimo, siamo come un principio attivo affine alla pelle, se simile, riesce a penetrare… Riconosciamo le similitudini e ci fanno gioiere o turbare. La cosa buffa e’ che vedere i nei degli altri , ci sembrano molto più’ grandi dei nostri, bisognerebbe partire basalmente dal tuo concetto franco, e pensare che il “difetto” ingigantito altrui, e’ terreno fertile sul lavoro di sé.. Grazie buona giornata a tutti

    • Che bella l’immagine che dai sul “terreno fertile” Pamela… ed è proprio da lì che può germogliare la nostra consapevolezza… Grazie e buona giornata!

  24. Io credo che il piacere degli altri nel giudicare i nostri difetti scaturisca dalla “comodità” che questo atteggiamento consente e dalla mancanza di coraggio di introspezione. Personalmente se mi capita di osservare qualcosa che non va’ negli altri e che mi da’ fastidio prima rifletto sul perché, poi penso se in fondo potrebbe essere la mia proiezione di un mio difetto negli altri e mi impegno a riconoscerlo in me e a correggerlo. Buona giornata!

    • Ed è proprio quello il lavoro più utile che possiamo fare su di noi… guardare quello che risuona in me… grazie Marta! Buona giornata.

  25. Abitudine a notare i difetti degli altri non ce l’ho partendo dal presupposto che io stessa sono imperfetta. Mi capita peró che se tal persona che ho di fronte si rende pettegola, invadente, giudiziosa o sarcastica nei confronti di qualcuno la mia tolleranza diviene zero e mi allontano

    • Interessante Annalisa! Forse un qualcosa dentro di te “risuona” con questo.

    • Il sarcasmo si mi appartiene mai per sminuire o denigrare peró, il giudizio è il pettegolezzo l’ho vissuto direttamente e só per certo che può fare molto male

    • Ecco … può essere quello.

    • Puó essere, ma potrei anche essere io a giudicare senza rendermene conto a volte i comportamenti son così sottili che possono portare fuori strada

    • Ed allora può diventare un ottimo “strumento” per guardarsi dentro… e vedere se qualcosa, in qualche modo, sto giudicando in me…

    • Ci sto lavorando 💜

  26. Questo e’ un argomento che se veramente approfondito puo’ darci l’ opportunita’ di gettare le nostre zavorre!ti auguro una splendida giornata Franco e Grazie per avermi portato a riflettere ancora

  27. Buongiorno Franco, se è vero che viviamo tra neuroni specchio e vibrazioni, penso sia vero: vediamo i difetti degli altri perché li abbiamo anche noi. È sicuramente il nostro è più evidente. Questo vale per tutto anche per le emozioni, anche per i pensieri. Alla fine chi si “rispecchia” si ritrova.

    • Fantastica la frase finale!!!! 😁 Ed è proprio vera… racchiude tutto!

  28. Normale…. e mal comune ..mezzo gaudio

    • Eh si… Magari, se ne abbiamo voglia, possiamo trovare l’occasione per “guardare” qualcosa di noi. Buona giornata Gina.

  29. Quanta verità.

  30. Interessante spunto di riflessione, grazie

    • Grazie Simona! Sono contento che ti possa essere utile. Buona serata.

  31. Bravi! Tu e de La Rochefoucaud…bellissimo quel libro! Anche “un altro” disse che, negli altri, vediamo la “pagliuzza” senza accorgerci della “trave” che abbiamo dinanzi agli occhi!!! Grazie Capitano per averci aiutato a focalizzare questo nostro “limite”!

    • Ed era un “altro” mica da ridere!… eh si… è proprio una focalizzazione importante… ciao Marina, buona serata.

  32. Devo pensarci…..ma proprio bene…….

  33. E’ vero!

  34. Grande Franco per l’efficacia dei tuoi messaggi, espressi anche con la tua bella umiltà! Buona giornata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *