No tranquillo, parcheggia pure a tre millimetri dal mio sportello

Posted on Dic 15, 2016 in Blog, Riflessivo, Sorridiamo assieme | 38 comments

No tranquillo, parcheggia pure a tre millimetri dal mio sportello

No tranquillo, parcheggia pure a tre millimetri dal mio sportello

logo neutro

L’indiano che ascoltava il terreno
Un cowboy attraversava a cavallo il deserto quando si imbatté in un indiano che stava sdraiato per la strada con la testa e l’orecchio appoggiato al suolo.
“Che cosa c’è, capo?”, chiese il cowboy.
“Grosso viso pallido con i capelli rossi che guida una Mercedes-Benz con dentro un pastore tedesco, targata SDT965, sta andando verso ovest”.
“Accipicchia, capo, vuoi dire che hai sentito tutto ascoltando il terreno?”
“Io non sto ascoltando il terreno. Quel figlio di un cane mi ha investito”.
(A. De Mello – La preghiera della rana)

logo neutro
Ah!!!
Quante volte mi è capitato di trarre delle conclusioni “leggermente” affrettate… mi fregano sempre i miei “filtri”!…
Mi impegno a dargli una pulitina…
Ciao!

logo neutro

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

38 Comments

  1. La vignetta

  2. Ma i filtri non hanno una sua ” funzione ” ? Secondo me sono necessari, soprattutto al mondo d’oggi… forse hanno bisogno di manutenzione anche loro.. ma guai senza, a mio avviso !

    Buongiorno Franco

  3. Hei, sono qui!!! atenti il cane….

  4. Divertente! Come riflettere sorridendo…mi piace!

    • Grazie Lucy! In effetti è un bel modo per farlo. Buon pomeriggio!

  5. Grazie per il sorriso

  6. Questa fa riflettere..eccome fa riflettere, sempre accompagnato da un grande sorriso.
    Sereno buon pomeriggio, Franco!!

  7. Succede contare fino a 10, sentire il cuore, poi analizza.. poi agisci sembra facileeee

  8. Eh sì, i nostri “filtri” sono da ripulire spesso. Sai con’è, lo smog di Milano e l’inquinamento intellettuale, emotivo e sensoriale a cui siamo esposti, creano problemi di interpretazione. Dobbiamo ascoltare la nostra pancia ed il nostro cuore. La vignetta mi fa riflettere su quanto poco teniamo in considerazione il tempo e lo spazio altrui. Fai pure, io mi arrangio. Non è così che funziona, ma è quello che succede ❤❤

    • Vero Concetta… “io mi arrangio”… spesso è proprio quello che succede… Ed allora, il mantenere puliti i “filtri” ci può permettere di “sentire” meglio anche queste tematiche! Buon pomeriggio!

  9. Bellissima!!!!

  10. Fantastico!!!!

  11. SIMPATICA. BUONA. SERATA

  12. E si, Franco… Esistono persone che non hanno chiari i limiti del loro territorio o raggio di azione. E sono dolori per chi li incontra. Non c’è rispetto, non c’è discussione, non esiste mediazione che possa portare questi esempi sociali, ad una pacifica soluzione. Non resta altro che l’ironia del più intelligente per terminare civilmente ogni tipo di contesa.

    • Concordo in pieno Concetta… L’ironia è veramente una risorsa fantastica quando usata nel modo corretto… come giustamente scrivi, in modo intelligente…

  13. Mi ricorda il cartello: “parcheggiare a spina di pesce e non a c…. di cane”!!!…con tutto il rispetto che ho per i “bau bau”!!!

  14. Frank sei uno spettacolo!!!!!
    Trovi sempre una chicca per ammazzarsi dal ridere anche nei momenti più neri

    • Grazie Babi!!!!! Ci vogliono proprio questi momenti!!!! 😂😂😂

    • Grazie Frank…ti abbraccio forte e già sai dove stai…🙏🏻❤️

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *