“Non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che vadano così come vanno, e ciò sarà bene.” (Epitteto)

Posted on Gen 26, 2017 in Blog, Riflessivo | 60 comments

“Non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che vadano così come vanno, e ciò sarà bene.” (Epitteto)

Non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che vadano così come vanno, e ciò sarà bene. (Epitteto)

Non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che vadano così come vanno, e ciò sarà bene. (Epitteto)

Ma come?
Schiere di figure professionali di ogni tipo ci invitano a dare tutto noi stessi affinché diventiamo quello che vogliamo e… un “losco” filosofo di 2000 anni fa mi smonta così???
Riflettendoci un attimo… in qualsiasi obiettivo che voglio raggiungere, se non ottengo i risultati sperati, forse occorre rivedere alcune cose…
Magari avere più chiaro l’obiettivo, domandarmi se sono veramente motivato a cambiare, trovare una buona alternativa, verificare meglio le strategie, ecc.
Ecco… ed è in questo momento di riflessione che posso “accogliere” il suo consiglio per non viverlo come un fallimento, ma semplicemente come un momento di sana e tranquilla riflessione…

(Il punto è tratto dal ”Manuale di Epitteto” – “Encheiridion” nella versione curata da Claudio Buffa in Riflessioni.it)

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

60 Comments

  1. I fallimenti vissuti sono stati tanti, sia personali che professionali… Cavolo quanto Amore ho per continuare a Sorridere !!

  2. Ecco…questo è uno dei passaggi di Epitteto che preferisco! Buongiorno Franco

  3. Lascia che accada

  4. Importante fare ciò che è giusto…(che vadano appunto come vanno)e non fare ciò che piace …(spesso le 2 cose non coincidono..)

  5. Interessante! Meno “pragmatici” e piu’ “fatalisti”! Cmq, mi trovo d’accordo sul fatto che, cio’ che noi comunemente chiamiamo “fallimento”, sia in realta’ un risultato. L’ esperienza e la pratica sono determinanti al fine di raggiungere un risultato positivo…il successo! Ci sono stati molti casi in cui ho sentito di aver “fallito”, poi pero’, passato il primo momento di scoraggiamento mi sono adoperata per vedere cosa non avesse funzionato e cosa avessi considerato “ineluttabile”…piu’ grande di me! Spesso pero’ mi e’ capitato di fare una mostra, ad esempio, e di non aspettarmi proprio niente…solo il gusto di farla…di partecipare…di esserci!
    Le risposte positive arrivavano da sole…senza alcuna mia sollecitazione…anzi!!! E’ bello quando gli eventi positivi ci sorprendono…arrivando inaspettati! Sentiamo che il nostro “fare” ha avuto un “senso”!

    • Grazie Marina! “Il fare ha avuto un senso” è veramente profondo. Come il fatto che il fallimento è un “risultato”… dal quale posso trarre una serie di indicazioni.

  6. le cose ,con il senno del poi, dovevano andare alla fine come sono andare. perchè se la vogliamo cogliere c’è una perfezione in tutto questo! amo le lezioni di vita!

  7. O magari ciò k noi speriamo di raggiungere non è buona cosa per noi o per altri?!

    • Forse è più per noi Nadja… Quando carichiamo di aspettative un qualsiasi “evento”, corriamo il rischio di non essere pronti per l’effetto di “ritorno”…

    • Si vero, vero, vero….
      Penso k siamo proprio le aspettative k poi rovinano tutto

  8. Buonissima riflessiva giornata franco

    • Grazie Nadja! Che lo sia anche a te!

    • Grazie…ultimamente c’è forse troooppa riflessione e poca azione…

    • Pericoloso!… Potrebbe diventare un “compiacersi” nella contemplazione fine a se stessa…

  9. Prova e non riesci prova ancora, e se non ce la fai credici e se non va allora cambia sfumatura ………… dopotutto alla fine ciò che hai provato all’inizio lo ritroverai dopo anni x caso … ogni cosa ha un senso ❤kissssssssss

  10. Bellissima frase che si presta a varie interpretazioni che dipendono dal livello di Coscienza di ognuno!! :) come tutti i grandi Maestri Epitteto riesce a parlare contemporaneamente a più livelli!! :)

    • Vero Consalvo… e la bellezza è proprio insita nel livello che comunque riusciamo a percepire per quella che è la nostra attuale consapevolezza e coscienza. Grazie!

  11. E se quello che vogliamo fosse molto distante da quello che siamo? Il famoso destino ci da’ chiari segnali ma spesso non li vogliamo cogliere perché abbiamo deciso di volere altro. Sarebbe bene per noi capire chi siamo davvero così da porterci affidare alla vita e fidare di ciò che accade perché e’ sicuramente la cosa giusta.

    • Intensa come riflessione Anna! Essere “distanti” da quello che vogliamo può essere un buon motivo per impegnarsi. Ma, se è distante da quello che “siamo”… potrebbe diventare un “danno”… quindi concordo in pieno con te con l’importanza di conoscerci. Grazie!

  12. Sono pienamente d’accordo con la tua riflessione, Franco. Spesso si fanno delle forzature, si innestano azioni su azioni per arrivare al punto voluto, ma, ormai ho notato che al di là del rivedere il nostro percorso, esiste il “momentum” dove avviene il tutto senza il minimo sforzo. Che bella sensazione! Grazie ❤

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *