“Per ogni sollecitazione esterna, possiamo sviluppare una nostra facoltà.” (Epitteto)

Posted on Feb 8, 2017 in Blog, Riflessivo | 57 comments

“Per ogni sollecitazione esterna, possiamo sviluppare una nostra facoltà.” (Epitteto)

"Per ogni sollecitazione esterna, possiamo sviluppare una nostra facoltà." (Epitteto)

“Per ogni sollecitazione esterna, possiamo sviluppare una nostra facoltà.” (Epitteto)

Questa riflessione di Epitteto è molto bella!
Poter iniziare a leggere tutte le cose che ci possono succedere con la consapevolezza “vera” che mi sono utili per sviluppare una mia facoltà, una mia risorsa…
Buona giornata.

Per chi vuole approfondire, ecco il testo del punto.

“Quando una qualsiasi cosa ti succeda, rivolgiti dentro di te e cerca quale delle facoltà che hai si possa adoperare verso quella situazione. Se avrai veduto un bel ragazzo o una bella donna, capirai che verso queste cose bisogna usare la facoltà della continenza. Se ti capiterà di sostenere una fatica, troverai la facoltà della tolleranza. Se una villania, la pazienza. E così, disciplinandoti, non ti lascerai trasportare dalle apparenze delle cose.”

(Tratto dal ”Manuale di Epitteto” – “Encheiridion” nella versione curata da Claudio Buffa in Riflessioni.it)

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

57 Comments

  1. Buongiorno se penso a tutta la mia Vita, mi sa’ che ho tante facoltà da sviluppare che potrei Essere un super Eroe!! Cavolo una informazione che potrebbe cambiarti la Vita per sempre!!

  2. Buonagiornata. È tutto vero.

  3. Buongiorno Franco…bisogna imparare a “gestire le emozioni”…mica facileeee

  4. Molto, molto interessante ❗️

  5. Davvero una riflessione molto, molto bella!!! Ho la certezza che c’ e’ un motivo a tutto e la consapevolezza che dentro di noi esistono le facolta’ di discernimento con cui e’ possibile dare una risposta a tutto e le contrarieta’, se ben gestite, ci pongono difronte ad aspetti della nostra personalita’ non ancora conosciuti o trascurati. In merito alla “facolta’ della continenza” credo fermamente che non ci sia nulla di piu’ affascinante in un uomo che il saper gestire la propria virilita’…cosi’ come nella donna, una “civetteria” intelligente”. Riguardo alla “fatica”, bene! Ora pero’ ho necessita’ di fare un “break”…ne ho fatte tante…troppe…e ne sto’ pagando le conseguenze!
    Riguardo la “villania” invece, se uno e’ “villano”,o altro, sono fatti suoi ed e’ meglio non cadere nei suoi tranelli…la pazienza? Si’, certo!… ma normalmente non ne ho molta….vorra’ dire che mi sforzero’!!! Invece con me, di pazienza, pur non ritenendomi “villana”…ce ne vuole moooooooooooolta!!!

    • Sempre efficaci e divertenti i tuoi commenti Marina! Bello il ci “pongono di fronte ad aspetti della nostra personalità non ancora conosciuti o trascurati”! Grazie!

    • Wooowwww! Faro’ in modo di non montarmi la testa!!!…ho cosi’ tante cose ancora da imparare!!!🌞

  6. Ecco, secondo Epitteto oggi dovrei avere accumulato e sviluppato un bel carico di risorse… in effetti.. ma che fatica!!! per una volta potrei andare contro.. fregarmene e non imparare nulla????

  7. Ciao Franco. Con l’esperienza ho acquisito la pazienza, ma anche questa non è infinita. Il rispetto verso me stessa , gli altri li ho sempre rispettati. Ora vorrei acqisire la chiaroveggenza per leggere nel pensiero degli ipocriti. Tu sempre profondo

    • Opperò Antonia!… Mica male come prossimo obiettivo!… Forse in certi casi non serve neppure… “Basta” stare attenti a certi linguaggi “paraverbali” che usano… Comunque non è per niente male la tua idea. Buon pomeriggio!

    • Infatti come dici tu sto attenta a quel che dicono e di qualcosa mi rendo conto. A volte capisco dove andranno a parare. Buona pomeriggio a te grazie

  8. È proprio così. Ed è un insegnamento veramente antico. Il vivere nel tempo moderno ha portato a velocizzare ogni nostro processo ed ha taciuto l’ascolto della nostra interiorità. Occorre tempo per comprendere la sollecitazione e per ascoltare noi stessi in quel momento. Occorre rallentare un po’. Ne vale la pena ❤

    • Bello Concetta il senso del “rallentare”… che si associa anche al “gustare” successivo di quello che abbiamo scoperto. Si… ne vale proprio la pena. Buon pomeriggio!

  9. Beh.. dentro ogni anima c’è in enciclopedia e se solo l essere umano accedesse ad essa non avrebbe bisogno di andare a scuolakissssssssss✨✨✨

  10. Sera franco….eccoci qui, dopo il decorso della mia vita , i consigli dì Epiteto sono già nel’ mio laboratorio “scuola liberatoria “. Lucia cosa devi imparare x stare bene ???? Tollero , paziento, mi dusciplino,

  11. È dove c’è ignoranza cercare dì sorridere , far scivolare l’ipocrisia . bene ! Ora stai imparando……

  12. La Legge di Risonanza

    • Interessante Diana… Ci sta proprio… Grazie!

    • Essere in risonanza con ciò che si desidera è il moto inerziale non contraddetto di una scelta.
      Lo scoglio è sempre lo stesso, l’impatto costante con la realtà.

    • Infatti… ed sulla “realtà” che possiamo “imparare” a leggerla con “ottiche” diverse…

  13. Epitteto mi ha smascherata…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *