“Non dobbiamo permettere alle percezioni limitate degli altri di definire chi siamo.” (Virginia Satir)

Posted on Mar 21, 2017 in +100 Like FB, Blog, Motivazionale, Riflessivo | 25 comments

“Non dobbiamo permettere alle percezioni limitate degli altri di definire chi siamo.” (Virginia Satir)

"Non dobbiamo permettere alle percezioni limitate degli altri di definire chi siamo." (Virginia Satir)

“Non dobbiamo permettere alle percezioni limitate degli altri di definire chi siamo.” (Virginia Satir)

Bellissima…
In qualche modo ci mette nella condizione di non andare a “riferimento esterno”, ma di riportare la centralità su di noi.
Noi che possiamo avere delle credenze limitanti, dei bisogni di base inespressi… ma siamo noi e solo noi possiamo dire chi veramente siamo.
Buona giornata!

Segui i nuovi commenti su FaceBook!

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

25 Comments

  1. spesso abbiamo la pretesa di sapere degli altri.
    La famosa frase ” é ma io lo/la conosco bene..” é una retorica costante abitudinale. Consumiamo tempo a cercare di sforzarci di conoscere, comprendere, giudicare gli altri….ma quanto conosciamo di noi stessi?
    Ogni giorno mi pongo questa domanda Franco.

    • E, forse, è la domanda più importante che ci possiamo porre Barbara… grazie e… buona ricerca di noi stessi!

    • Più cononosciamo noi stessi e più conosciamo l altro. Hai ragione. Ma quanto conosciamo noi stessi ci vuole molta onestà a riconoscerci

    • Cia Vita. Si, occorre una buona dose di onestà intellettuale per fare questo… ma piano piano, possiamo riuscirci. Grazie e buona giornata!

  2. Alla fine secondo me Franco, io mi conosco benissimo.. so tutto di me.. ogni sfaccettatura, ogni pregio ogni limite. Quello che frega è quello che mi racconto.. quello che non accetto e cerco di nasconderlo… per convenzioni.. per educazione.. per le percezioni limitate degli altri..
    È questo il lavoro duro.. mettere serenamente in luce quelle ombre..
    E tu ogni giorno me poni davanti alla scelta. Grazie

    • Vero Daniela! Arrivati ad un certo punto il lavoro duro è proprio quello… snidare i nostri sabotatori interni! Grazie e buona giornata!

  3. Questo mi piace per davvero, Capitano! Ed e’ cio’ che avverto quando “gli altri” dimostrano, con le loro parole, di non veder al di la’ del loro naso, emettendo cosi’ influenze negative tali che ci possono danneggiare e non solo ferendo la nostra sensibilita’, ma anche e soprattutto il nostro operato…il nostro impegno! Per me questo e’ un punto molto importante…e non si tratta di permalosita’ ma di una sorta di “deviazione” delle proprie “caratteristiche”…se non “obiettivi”!!! Ciao, grazie e buona giornata! Ora, poco a poco mi rimettero’ in pari con gli altri post!Buona Primavera, Capitano!

    • Ciao Marina! Interessante la riflessione che poni sul fatto che non guardano al di là del loro naso… Come ci siamo detti altri volte, tendiamo a giudicare ciò che in qualche modo non ci piace di noi (da qui “il nostro naso”…). Grazie e buona primavera anche a te!

  4. Magistrale! Franco sei un GRANDE.

  5. Concordo ❗️❗️❗️

  6. Maiiiiiiiiiiii!!!!!

    • Fantastico!!!! Bello il “mai” così deciso!!! Buona serata Rosalba!

    • Buona serata di primaveraaaaa 🤗🤗⚘⚘🌻🌻🌷🌺🌼🌼🌹🏵🏵🌹🏵🌹🌹🌺🌻⚘⚘🌷🌻🌻🌻🌼🌼🤗🤗

    • Grazie!!!!! Anche a te!

  7. questione di atteggiamento..nessuno si permette 😉

  8. Vero! Verissimo!! È l’inganno del nostro momento storico. Solo noi sappiamo chi siamo o chi vorremmo essere, lavori per questo. Ma quanta consapevolezza per giungere a questo traguardo. Nel frattempo le trappole della modernità, fanno disastri. Modelli stereotipati per i giovani, valori assenti, conoscenti che ti raccontano come dovresti o non dovresti essere. Cosa vuoi essere, ogni giorno quando ti svegli? Gazzella o Leone? Leone, grazie. Buona giornata Franco, e grazie

    • Huao! Che grinta stamani Concetta!… proprio vero… i modelli stereotipati sono disastrosi… grazie! Buona giornata anche a te.

  9. Giustissimo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *