Giovanni Pisano – Madonna della cintola (posteriore al 1312) – Prato, Duomo

Posted on Mag 1, 2017 in Arte e dintorni, Blog, Scultura | 19 comments

Giovanni Pisano – Madonna della cintola (posteriore al 1312) – Prato, Duomo

Giovanni Pisano - Madonna della cintola

Questa settimana il “bello” che alcune sculture mi hanno comunicato…
Continuo a non essere un esperto e ma voglio condividere alcune sculture che mi hanno emozionato…
Buona visione!

PS. ricordo ancora una volta che per l’OMS, “La salute è lo stato di completo benessere fisico, mentale e sociale che non consiste soltanto nell’assenza di malattia o infermità”.

Marina Novelli
www.marinanovelli.it

L’attivita’ artistica di Giovanni Pisano, inizio’ con suo padre Nicola, nella realizzazione del pulpito del Duomo di Siena (citta’ che adoro!).
La Madonna col Bambino, invece rappresenta probabilmente una delle ultime sue opere, ed e’ conservata nella cappella del Sacro Cingolo, nel Duomo di Prato; per “cingolo” si intende infatti la cintura della Madonna. Inutile dire che questa opera ebbe una vasta eco e.fu presa a modello per decenni dai maggiori scultori italiani dell’epoca.
Cio’ che piu’ mi ha emozionata in questa opera, oltre alla modulazione delle forme che rivelano una modellazione plastica ben determinata, e’ il tema del “colloquio” tra la Vergine ed il Bambino…ed ancor di piu’, ad affascinarmi e’ stata proprio la sua espressione di “magnifica contemplazione”.
Possiamo ben dire che il campo della scultura e’ la forma che in questa opera delimita lo spazio in maniera corposa, specialmente nella struttura del panneggio…deciso ma non pesante, dando vita cosi’ ad una forma compatta, precisa…senza esitazioni, cosi’ come lo e’ la Madonna nella sua forma portante.
L’intensita’ dello sguardo della Vergina, secondo me, si staglia mettendo in secondo piano tutto il resto che e’ importante si’, ma fa da cornice all’amore espresso nei suoi occhi…possiamo quasi intravederne il suo orgoglio di Madre…e quello sguardo e’ piu’ eloquente di qualsiasi altro gesto!…mentre invece, il Bambino sembra, con la sua manina, confermare di aver ricevuto il messaggio amorevole che la Madre gli ha appena comunicato! Quanta poesia e quanto sentimento puo’ trasmettere un’opera d’arte!!!
Il “colloquio”…il “dialogo”, elemento indispensabile e formativo per tutto quello che sara’ poi lo sviluppo, la crescita, l’ evoluzione…il divenire della natura del piccolo…fatto che, da sempre, si perpetua con l’avvento della “maternita’”, che qui e’ rappresentata in forma divina, ma fa da esempio e da modello a quella ” umana ” di noi comuni mortali!

Auguro di cu❤re un Felice Primo Maggio a Tutti!!!🌸🌼🌞🌼🌸

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

19 Comments

  1. L’attivita’ artistica di Giovanni Pisano, inizio’ con suo padre Nicola, nella realizzazione del pulpito del Duomo di Siena (citta’ che adoro!).
    La Madonna col Bambino, invece rappresenta probabilmente una delle ultime sue opere, ed e’ conservata nella cappella del Sacro Cingolo, nel Duomo di Prato; per “cingolo” si intende infatti la cintura della Madonna. Inutile dire che questa opera ebbe una vasta eco e.fu presa a modello per decenni dai maggiori scultori italiani dell’epoca.
    Cio’ che piu’ mi ha emozionata in questa opera, oltre alla modulazione delle forme che rivelano una modellazione plastica ben determinata, e’ il tema del “colloquio” tra la Vergine ed il Bambino…ed ancor di piu’, ad affascinarmi e’ stata proprio la sua espressione di “magnifica contemplazione”.
    Possiamo ben dire che il campo della scultura e’ la forma che in questa opera delimita lo spazio in maniera corposa, specialmente nella struttura del panneggio…deciso ma non pesante, dando vita cosi’ ad una forma compatta, precisa…senza esitazioni, cosi’ come lo e’ la Madonna nella sua forma portante.
    L’intensita’ dello sguardo della Vergina, secondo me, si staglia mettendo in secondo piano tutto il resto che e’ importante si’, ma fa da cornice all’amore espresso nei suoi occhi…possiamo quasi intravederne il suo orgoglio di Madre…e quello sguardo e’ piu’ eloquente di qualsiasi altro gesto!…mentre invece, il Bambino sembra, con la sua manina, confermare di aver ricevuto il messaggio amorevole che la Madre gli ha appena comunicato! Quanta poesia e quanto sentimento puo’ trasmettere un’opera d’arte!!!
    Il “colloquio”…il “dialogo”, elemento indispensabile e formativo per tutto quello che sara’ poi lo sviluppo, la crescita, l’ evoluzione…il divenire della natura del piccolo…fatto che, da sempre, si perpetua con l’avvento della “maternita’”, che qui e’ rappresentata in forma divina, ma fa da esempio e da modello a quella ” umana ” di noi comuni mortali!

    Auguro di cu❤re un Felice Primo Maggio a Tutti!!!

    • Che splendide e dolci parole hai usato Marina per evidenziare il dialogo visivo tra madre e figlio… ed era proprio quello che mi aveva colpito… quasi una complicità… fatta di dolcezza… bravissima ed ancora grazie per queste tue splendide condivisioni… buon primo maggio!

    • Grazie! 🌸🌼🌞🌼🌸

    • A te…

  2. Grazie mille Marina

    • Vero… è da ringraziare continuamente!

    • Grazie a te Rosanna, per aver prestato la tua attenzione!🌼🌸🌞🌸🌼

    • Aspetto sempre i tuoi commenti Marina perché io non avendo studiato arte rimango a bocca aperta, hai un modo di spiegare i temi in un modo che trascini con la mente ma anche col cuore!!!!

    • Anche io!

    • Infatti Franco io e te siamo sempre affascinati dalle sue spiegazioni

    • Concordo!…

    • Ti ringrazio Rosanna, ma io sono solo una pittrice (molto sensibile, e’ vero!) ma non una critica d’arte…magari!!! Mi fa, comunque, molto piacere che tu possa trarne un beneficio. Ancora una volta, pero’, devo riconoscere che l’intuizione di Franco Bazzini e’ stata vincente! Bene! A te il piacere di leggere…e a me il piacere di esprimermi…scrivendo! Ancora grazie di cu❤re!…e buona giornata!…a dopo!🌼🌸🌞🌸🌼

    • Ed è un connubio fantastico!

    • Buona giornata Marina grazie di ❤

  3. Buon primo maggio a tutti di ❤

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *