“Che fai nella vita?” “Nulla, rincorro emozioni, inciampo negli sguardi e colleziono cicatrici.”

Posted on Giu 25, 2017 in Blog, Riflessivo | 31 comments

“Che fai nella vita?” “Nulla, rincorro emozioni, inciampo negli sguardi e colleziono cicatrici.”

"Che fai nella vita?" "Nulla, rincorro emozioni, inciampo negli sguardi e colleziono cicatrici."

“Che fai nella vita?” “Nulla, rincorro emozioni, inciampo negli sguardi e colleziono cicatrici.

Fantasticissima!!!!!
Il collezionare “cicatrici” può divenire veramente un “arte” se poi le sappiamo guardare con amore ed un sorriso compiaciuto equivalente ad un “ci ho provato e ne valeva la pena”…
Ed è in quel modo che possiamo continuare con gioia a “rincorrere le emozioni”!
Buona giornata di “rincorsa alle emozioni” a tutti!

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

31 Comments

  1. Vale sempre la pena provare a rincorrere le emozioni, tengono vivi!!

  2. Provaci Anche tu, vedremo I tuoi. Successi , Buongiorno

    • Buongiorno Fiorella. Non ho compreso bene. Potresti farmi capire meglio?

  3. Eu facio tutto rincorro…….e viva la vita buona domenica Counselor☕☕

  4. Che faccio nella vita? Rincorro quella leggerezza mentale che ti da un’emozione! Poi quasi sempre si inciampa….a volte ci si riprende…a volte si batte una bella musata… (alla livornese)… Ma ne vale sempre la pena…dopo con riflessione…contrariamente al primo momento di rabbia…ogni evento che finisce nel peggiore dei modi ha anche i suoi lati positivi! Buona domenica a tutti!

    • Che bella la tua condivisione Sabrina!… è vero… a vivere le emozioni si può incorrere in qualche musata (😀), ma quello che potrebbe essere “peggio” sarebbe il cercare di non viverle (anche quelle positive) per paura (ed entrando in un blocco)… grazie e buona domenica anche a te!

  5. Le cicatrici visibili sono come medaglie, quelle invisibili encomi

  6. Idem

  7. Emozioni, prima meno volte vado al medico mi porta benefici, le emozioni anche se piccole, mi fanno stare benissimo!!!! Bisogna nutrire al’ anima corpo meno dolori!!!!❤

  8. Tutto sommato è quello che facciamo ogni giorno. Ogni incontro è fonte di emozioni belle o brutte, di speranze e… magari di qualche futura cicatrice. È la vita, o ci proviamo, o no. ❤️

  9. Credo che ciò che ci accade sia sempre qualcosa che arrivi per portarci un messaggio, non una cicatrice…e credo che le emozioni siano spesso impulsi di un inconscio che nasce da credenze accumulate. Sono convinta che la felicità non sia un’emozione ma uno stato dell’essere e che nasca dalla consapevolezza che siamo qui per crescere, non per farci del male…quando lucidamente capiamo che ciò che ci accade è ciò di cui abbiamo bisogno per crescere, le cicatrici non appaiono più come tali ma diventano preziosi ricami della nostra evoluzione

    • Che bella consapevolezza Francesca! Ed allora, come ha scritto qualcuno, il nostro compito può essere quello di impiantare delle ali sulle nostre ferite…

    • Sai, a dire il vero volevo proprio esprimere il concetto contrario..in virtù dell’energia della parola e dell’approccio al vissuto affermavo appunto l’esigenza di uscire dal concetto di ferita ed entrare nella consapevolezza dell’esperienza…una ferita che vola è pur sempre una ferita, aldilà di come te la voglia immaginare…mentre un’esperienza è accrescimento che ti porta alla consapevolezza, e a quel punto le ali spuntano da sole😊

    • Concordo in pieno!… è proprio quello, secondo me, il concetto di “ali”…

  10. Un inno al pessimismo

    • Forse Cinzia, lo possiamo leggere come una apertura a ciò che è “emozione”… poi possono succedere anche degli inciampi…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *