“Non arrabbiarti con il pozzo che è secco perché non ti da l’acqua, piuttosto domandati perché continui ad insistere nel voler prendere l’acqua dove hai già capito che non puoi trovarla.”

Posted on Apr 14, 2018 in +100 Like FB, Blog, Riflessivo | 2 comments

“Non arrabbiarti con il pozzo che è secco perché non ti da l’acqua, piuttosto domandati perché continui ad insistere nel voler prendere l’acqua dove hai già capito che non puoi trovarla.”

“Non arrabbiarti con il pozzo che è secco perché non ti da l'acqua, piuttosto domandati perché continui ad insistere nel voler prendere l'acqua dove hai già capito che non puoi trovarla.”

“Non arrabbiarti con il pozzo che è secco perché non ti da l’acqua, piuttosto domandati perché continui ad insistere nel voler prendere l’acqua dove hai già capito che non puoi trovarla.”

Bellissima!

Ed è una domanda che talvolta ci “dimentichiamo” di farci…

Forse perché ci “aspettiamo” che possa riprendere a sgorgare?
Potrebbe essere una aspettativa molto “cara”…
Buona ricerca di “nuova” acqua!

PS. Grazie Marina ed Elena per l’immagine!

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

2 Comments

  1. Buongiorno, volevo sapere il titoli del libro dove trovare questa riflessione. La ringrazio.

    • Salve Debora. Mi scuso per il ritardo della risposta (la sua domanda è stata messa erroneamente in automatico nello spam…). Per quanto riguarda la frase attribuita al buddhismo non ho proprio idea perché mi è stata inviata da due lettrici della mia pagina su Facebook. Il resto del testo è una mia piccola aggiunta. Grazie per l’attenzione e buona serata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *