Puoi andare anche dall’altra parte del mondo, ma se non esci da certe stanze della tua mente, abiterai sempre nello stesso luogo

Posted on Mag 31, 2016 in Blog, Motivazionale | 72 comments

Puoi andare anche dall’altra parte del mondo, ma se non esci da certe stanze della tua mente, abiterai sempre nello stesso luogo

Puoi andare anche dall'altra parte del mondo, ma se non esci da certe stanze della tua mente, abiterai sempre nello stesso luogo

logo neutro

Puoi andare anche dall’altra parte del mondo, ma se non esci da certe stanze della tua mente, abiterai sempre nello stesso luogo

logo neutro

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

72 Comments

  1. VerissimoBuona serata Counselor!

  2. Fantastico ed assolutamente vero!!!!

  3. BUONA SERATA.

  4. Sperimentato. Proprio così. Buona serata Franco

  5. Grande verità!…e come sappiamo ci sono stanze dove, non solo è difficile uscire…ma, anche “entrare”!!! Buon intenditor…!!!

  6. Io sono venuta dall altra parte, molto lontano la mente cambia , apri tante porte, tante finestre alcune sono come il ferro arrugginito, ja,ja

  7. In parte è vero .

  8. E verooooooo

  9. Già!

  10. È questo il problema…

  11. A volte la mente ha stanze collegate con le scale di Escher.. trovare l’uscita non è facile..

  12. Per questo è bene “ispezionare” spesso il nostro “condominio”…cmq, mi trovi d’accordo, Danielina!!! Bellissima osservazione!!!

    • Certo.. l’uscita si trova sempre.. e poi ho due alucce di scorta.. al massimo prendo il volo da una finestra!!!
      Grazie Marina!

  13. Ciao Franco, questa dinamica l’ho osservata in quelle persone che cambiano città, si trasferiscono all’estero oppure viaggiano continuamente senza soste, nella estrema convinzione che solo così possono vivere meglio. Perchè gli altri li hanno maltrattati e loro, povere vittime, vanno via. Ammettono di avere delle colpe ( mai delle responsabilità ) e di vivere meglio, ma non si fermano ad osservare la devastazione che li circonda. Ho osservato che nella maggior parte dei casi sono uomini. Anche io sto ipotizzando un cambiamento di città e forse di nazione, per migliorare la mia qualità di vita, ma…con le stanze sono vuote, pronte per un nuovo …. arredamento ❤️❤️

    • Molto intensa come riflessione… forse è proprio nell’assunzione delle responsabilità che possiamo partire per una riflessione importante per noi. Ovvio che non tutto è generalizzabile… ma quando i modelli si ripetono potrebbe valer la pena di indagare… Bello quello che stai ipotizzando Concetta!

    • Si Franco, ma servirá ancora tempo. Non è una fuga ma una vera svolta, quindi è pensata. Per adesso sono ancora qui, mi preparo a confezionare scatoloni mentali e materiali. In entrambe i casi, vale la pensa di viaggiare leggeri 😉😉👍👍 Non generalizzo, c’è anche chi viaggia per lavoro e non può fare diversamente. Mi riferisco a chi ho osservato avere questo stile di vita proprio per non pensare mai a sè stesso.

    • Il tempo potrà essere quello “necessario” per mettere bene tutto in “fila”… adesso hai tanti strumenti che ti consentono di farlo…

  14. Più che vero….

    • Eh si Paola… certi “schemi” sono veramente “forti” da togliere… ma si può fare…

  15. Grande!!!!!

  16. E sai che noia..
    E che prigione…

    • 😂😂 Scusa Anna!!!! Ma la risata mi è uscita spontanea!

    • Ho detto qualcosa di sbagliato…
      Ahahahah

    • Nonononoono!!!!! È solo la “spontaneità” con cui lo hai scritto che mi ha fatto ridere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *