Il leone e la gazzella

Posted on Giu 9, 2016 in Articoli, Blog | 0 comments

Il leone e la gazzella

“Ogni mattina in Africa, una gazzella si sveglia, sa che deve correre più in fretta del leone o verrà uccisa.
Ogni mattina in Africa, una leonessa si sveglia, sa che deve correre più della gazzella, o morirà di fame.
Quando il sole sorge, non importa se sei un leone o una gazzella: l’importante è che cominci a correre.”

In realtà, sia la gazzella che la leonessa dovranno utilizzare quattro costanti:

1. Ce la metto tutta
La leonessa userà tutte le sue forze per prendere la gazzella e la gazzella userà tutte le sue forze per riuscire sopravvivere

2. Tutto o niente
La leonessa vuole prendere la gazzella e non accetta o il ciuffo o la coda. Vuole tutta la gazzella
La gazzella vuole vivere e non vuole rischiare assolutamente di rimanere ferita o di rischiare la morte

3. Voglio assolutamente riuscire
La leonessa e la gazzella useranno tutta la loro concentrazione, determinazione e volontà per
questo obiettivo. Non c’è niente di più importante di questo obiettivo.Tutto il resto andrà in secondo piano

4. Lavora nella realtà
Se la gazzella ha tre zampe, corre lo stesso usando le prime tre costanti. Non è che pensa di dire alla leonessa “Oh… oggi ho solo tre zampe e non posso correre… quindi rimandiamo ad un altro momento”.
Oppure la leonessa che dice alla gazzella “scusa gazzella, oggi non mi sento molto bene, non è che potresti correre più piano?”
E nessuno dei due si lamenta.
Perché gli animali non si lamentano

Quindi, io non mi lamento del fatto che ce la metterò tutta o del fatto che il mio obiettivo è proprio quello che voglio.
Non mi lamento che dovrò usare tutte le mie forze e che non sono al 100% di come dovrei essere.
Ma sono al 100% di quello che sono oggi.
Ed è quello che è giusto che sia.

(riflessioni tratte dalla scuola di counseling Il Cerchio dell’Esperienza)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *