“C’è chi sposta un sasso e ne parla come se avesse spostato una montagna! E poi c’è chi sposta una montagna in silenzio.”

Posted on Apr 17, 2017 in +100 Like FB, Blog, I più visti, Riflessivo | 81 comments

“C’è chi sposta un sasso e ne parla come se avesse spostato una montagna! E poi c’è chi sposta una montagna in silenzio.”

"C'è chi sposta un sasso e ne parla come se avesse spostato una montagna! E poi c'è chi sposta una montagna in silenzio."

“C’è chi sposta un sasso e ne parla come se avesse spostato una montagna! E poi c’è chi sposta una montagna in silenzio.”

I quattro monaci rompono il silenzio

Quattro monaci decisero di osservare il silenzio per un mese. Iniziarono abbastanza bene, ma dopo il primo giorno uno disse: “Chissà se ho chiuso la porta della mia cella prima di lasciare il monastero”. E un altro: “Stupido! Abbiamo deciso di stare in silenzio per un mese e tu hai già infranto la regola!” Il terzo monaco esclamò: “E tu? Anche tu l’hai infranta!” Proclamò il quarto: “Grazie a Dio, sono l’unico che non ha ancora parlato!”
(Anthony De Mello – La preghiera della rana)

Buona giornata di “silenziose” sfide!

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

81 Comments

  1. Io perdo subito la sfida!! Se comincio sono prolissa!!!!!

  2. Posso tacere per tutta una vita ma non è decisamente buon segno. Buongiorno

    • Letta in questa ottica sicuramente no… vista nel rimanere “concentrati” su quello che stiamo facendo, forse diventa “positiva”. Buongiorno Barbara!

  3. Parlano più i fatti che le parole

    • Buongiorno Noemi! Si… i fatti difficilmente possono essere “smentiti”…

  4. Uuuuuuuuuu ma quant’è vero però c’è da dire che, chi sposta le montagne in silenzio x solito è una persona attiva che fa tutto naturalmente e non si guarda in dietro x misurare le fatiche ed i sacrifici….. X gli altri non mi pronuncio……….

  5. Buongiorno Franco

  6. Mi piace restare in silenzio …..ma l umiltà di fare e non dire è rara

    • Vero Rosanna… è rara. E quelli che ci riescono, hanno in sé la grande possibilità di rimanere “concentrati” sul loro agire… Grazie e buona giornata!

  7. Il silenzio è molto difficile per Me… ma vi assicuro che sono migliorata, finalmente Ascolto!!

  8. Facciamoci Lodare e raccontare i nostri successi agli altri, saranno più creduti!!

  9. Anche il sasso va lasciato dove fa parte anche lui della montagna.

    • Se lo considero come facente parte di un “volere” superiore sicuramente si, forse, quando quel sasso può aiutarmi nella mia esperienza di vita, potrebbe essere che è stato “messo” lì proprio per quello.

    • Già tutto serve per capire ma non dare adito al pensiero che sconvolge gli eventi naturali.

    • Occorre una grande “consapevolezza” per esercitare coscientemente (nel senso di “in automatico”) un “distacco” e lasciare che il tutto fluisca nella sua armoniosa corrente.

  10. Riconosco di essere un “pochino’ logorroica…ma se decido di “fare silenzio’…beh, allora e’ tutta un’altra storia! Cmq mi piacciono entrambe i casi…cioe’ raccontare dettagliatamente nel primo e…avvalermi del piu’ assoluto – e talvolta dignitoso! – silenzio nel secondo caso. Quando dipingo, ad esempio, non amo distrarmi parlando…e posso dire che le cose piu’ belle o i ritratti piu’ dettagliati sono frutto di un silenzio creativo…proprio perche’ le energie non sono state dissipate.
    Ma il secondo caso del post pero’, a mio avviso, menziona i casi in cui si e’ fatto davvero qualcosa di grande, di speciale…di miracoloso, ma senza “gloriarsi” del fatto di averla “fatta”! L’operato – in quel caso – si esprime gia’ da solo!!!Bellissimo! L ‘apice massimo dell’umilta’! Il silenzio e’ d’Oro!!!

    • Vero Marina! L’operato si esprime da solo… E quanti dipinti, sculture, poesie, libri, progetti, opere e chissà quante altre cose ancora “parlano” da sole… lasciando a noi l’emozione di guardarle e di gustarle… Buona giornata!

  11. Passo del tempo in silenzio, specialmente quando mi devo ricaricare da voci e rumori. Durante il giorno parlo molto​ ed ascolto ancora di più, il silenzio mi rigenerera. Mi sorprendo a parlare con me stessa in silenzio, lo trovo bellissimo. Ma quando mi sono trovata nel silenzio assoluto della camera​ dove avrei dormito a Pomaia, ho avuto momenti di disagio. Al vero silenzio non siamo abituati. Cosa ho fatto? Ho iniziato a prepararmi per la notte e dopo….Un sonno veramente riposante. Però, il post mi riporta a tutte quelle persone che, in silenzio, fanno veramente molto per tante situazioni e non cercano risonanza. Il silenzio è creativo, come il buio, i Grandi lo sanno ❤

    • “Drammatica” come constatazione Concetta… però vera… al vero silenzio facciamo fatica ad abituarci.. Ed è proprio su quello che possiamo “perseverare” nel nostro cammino! È “benefico”… per una valanga di motivi…

  12. Mi alterno … dipende dalle situazioni…

    Sicuramente nel silenzio mi ascolto e mi sento di più, più in profondità, una sorta di introspezione… ci vuole per non perdere il contatto con noi stessi…

    Grazie Franco ! Sempre belli e utili i tuoi post..
    Buona Pasquetta

    • Grazie Fiore! Felicissimo che ci possano essere utili! In effetti “stare” nel silenzio è importante proprio per quello che scrivevi te… non perdere i contatto con noi stessi… Buona Pasquetta anche a te!

  13. Bellissima…..è proprio difficile fare silenzio

  14. Buongiorno Franco…….È facilissimo infrangere le regole……..

    • Vero Pina!… Ci “lavoriamo” sopra un passo alla volta… Buongiorno anche a te!

  15. Pochi sanno stare in silenzio… eppure in quel muto silenzioso sentite ci sono le più belle pagine della conoscenza✨✨✨bacetto

  16. Vero! Buona giornata

  17. Vero. Ci sono persone che soffrono e non si lamentano mai altre che per 37.5 di febbre li sentono dalle scale.Buona giorno a tutti

  18. Buongiorno Franco ,buongiorno tesorini.❤

  19. Buongiorno a te carissima

  20. ☺☺☺

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *