Artemisia Gentileschi – “Susanna e i Vecchioni”.

Posted on Mag 29, 2017 in Arte e dintorni, Blog, Pittura | 55 comments

Artemisia Gentileschi – “Susanna e i Vecchioni”.

Artemisia Gentileschi - "Susanna e i Vecchioni".

Questa settimana il “bello” che alcune pitture mi hanno comunicato…
Questa selezione è stata curata da Marina Novelli.
Complimenti!!!
Mi ha fatto scoprire delle vere e proprie gemme…
Grazie!

Artemisia Gentileschi – “Susanna e i Vecchioni”.

Per chi vuole approfondire l’artista:
https://it.wikipedia.org/wiki/Artemisia_Gentileschi

PS. ricordo ancora una volta che per l’OMS, “La salute è lo stato di completo benessere fisico, mentale e sociale che non consiste soltanto nell’assenza di malattia o infermità”.

Marina Novelli
www.marinanovelli.it

Bene! Un ciclo questo di pittura tutta al femminile…e perche’ poi, le donne usate solo come modelle? Vediamo, alcune di loro, cosa sono state in grado di lasciarci…riflettiamoci sopra!
Estremamente emozionante “Susanna e i Vecchioni”, opera dipinta da Artemisia Gentileschi nel 1610. I primi due connotati di questa opera che mi colpiscono sono: la concentrata semplicita’ della composizione e la quasi nudita’ di Susanna. Forte e’ il contrasto tra la sua figura pallida e solitaria e la coppia tendenziosamente sinistra dei due vecchioni uniti nel loro complotto. Grande assonanza tra l’eleganza formale e verita’ psicologica. Susanna infatti, si distoglie decisamente dalla lascivia dei due vecchioni e con il braccio sinistro sembra delimitare la forma a losanga che li delimita…losanga dove infatti, avviene la scena! La figura di lei appare suddivisa in due…la parte superiore, piu’ snella, mentre dal bacino in giu’ ci appare piuttosto appesantita…meno tonica!
Inquietante e’ la mano del vecchio barbuto, atteggiata ad esortarla a tacere…mentre riceve il deciso “suggerimento”…in un orecchio, da parte dell’altro!
Quanto angoscioso rifiuto c’e’ in questa scena…tante quante, forse, le sofferenze che ogni donna subisce a seguito di avance non proprio discrete!
Le donne dipinte da Artemisia denotano sempre una forte tensione psicologica, sebbene avvantaggiata dal fatto di essere donna e di non incontrare problemi nel dipingere quadri dove appare il nudo femminile…sempre raccontate con vigoroso realismo…e non tanto per magnificare la bellezza ma la forte tensione psicologica che le contraddistingue…fatto che, non a caso, riflette anche la sua vita…una vita di afflizioni e di violenze…non solo fisiche! Ed e’ proprio su questo che mi voglio soffermare a riflettere! Il gesto di rifiuto e di istinto di difesa di Susanna…quante volte e’ capitato ad ognuna di noi? Indiscutibile e’ la bellezza sia tecnica che di contenuto di questa mirabile opera…dove Artemisia e’ riuscita ad estrinsecare una buona parte delle sue inquitudini…forse una espressione ante litteram dell’ emancipazione femminile.
L’importante e’ cio’ che resta!🌸🌼❤🎨❤🌼🌸

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

55 Comments

  1. da condividere!

  2. Bene! Un ciclo questo di pittura tutta al femminile…e perche’ poi, le donne usate solo come modelle? Vediamo, alcune di loro, cosa sono state in grado di lasciarci…riflettiamoci sopra!
    Estremamente emozionante “Susanna e i Vecchioni”, opera dipinta da Artemisia Gentileschi nel 1610. I primi due connotati di questa opera che mi colpiscono sono: la concentrata semplicita’ della composizione e la quasi nudita’ di Susanna. Forte e’ il contrasto tra la sua figura pallida e solitaria e la coppia tendenziosamente sinistra dei due vecchioni uniti nel loro complotto. Grande assonanza tra l’eleganza formale e verita’ psicologica. Susanna infatti, si distoglie decisamente dalla lascivia dei due vecchioni e con il braccio sinistro sembra delimitare la forma a losanga che li delimita…losanga dove infatti, avviene la scena! La figura di lei appare suddivisa in due…la parte superiore, piu’ snella, mentre dal bacino in giu’ ci appare piuttosto appesantita…meno tonica!
    Inquietante e’ la mano del vecchio barbuto, atteggiata ad esortarla a tacere…mentre riceve il deciso “suggerimento”…in un orecchio, da parte dell’altro!
    Quanto angoscioso rifiuto c’e’ in questa scena…tante quante, forse, le sofferenze che ogni donna subisce a seguito di avance non proprio discrete!
    Le donne dipinte da Artemisia denotano sempre una forte tensione psicologica, sebbene avvantaggiata dal fatto di essere donna e di non incontrare problemi nel dipingere quadri dove appare il nudo femminile…sempre raccontate con vigoroso realismo…e non tanto per magnificare la bellezza ma la forte tensione psicologica che le contraddistingue…fatto che, non a caso, riflette anche la sua vita…una vita di afflizioni e di violenze…non solo fisiche! Ed e’ proprio su questo che mi voglio soffermare a riflettere! Il gesto di rifiuto e di istinto di difesa di Susanna…quante volte e’ capitato ad ognuna di noi? Indiscutibile e’ la bellezza sia tecnica che di contenuto di questa mirabile opera…dove Artemisia e’ riuscita ad estrinsecare una buona parte delle sue inquitudini…forse una espressione ante litteram dell’ emancipazione femminile.
    L’importante e’ cio’ che resta!❤❤

    • Bellissima ed appassionante lettura dell’opera Marina! In qualche modo quello che mi aveva colpito e turbato è propio quel gioco di intesa tra i due ed il tentativo di lei di allontanarsene… Veramente inquietante nella sua crudezza di possibile realtà… Bellissimo dipinto e grandissima artista che mi hai fatto scoprire… Grazie!

  3. Sono proprio innamorata della freschezza e del lindore della pittura di questa donna…davvero mi stordisce…e quando, di recente, mi sono trovata difronte i suoi quadri originali, nella bellissima mostra a Palazzo Strozzi, mi sono uscite le lacrime dagli occhi per l’emozione…copiose lacrime di ammirazione!!! Brava Artemisia…incommensurabile!!!

  4. Quando emoziona è arte

  5. Non conoscevo questa pittrice, grazie, ma se non chiedo troppo vorrei sapere l’epoca

    • 1600. Nel post c’è un link su Wikipedia dove puoi leggere qualcosa su di lei.

    • Grazie 😊

    • De nada!

    • Preso dal quadro non avevo notato il link, brutti scherzi mi fa l’arte 😊

    • 😂

    • Sarebbe da vedere dal vivo 😊

    • Ecco, ma conosco il padre 😊

    • Opperò!

    • Non sapevo che era la figlia del Gentileschi, veramente brava 😊

    • Eh si… Marina la adora… Ed anche io non la conoscevo per niente…

    • Qualche quadro del padre lo visto, ma lei mai incrociata, c’è da rimediare

    • Me lo sono detto anche io…

    • Sono uno stronzo ser, ho visto più volte il suo quadro al museo di capodimonte, ma ho la maledetta mania di non leggere gli autori, adesso ho compreso bene chi è, è veramente brava 😊

    • 😂

    • Ridi ridi, mi sta bene, devo imparare a leggere gli autori, invece di perdermi solo nel dipinto 😊

    • Sai quante volte mi è capitato anche a me?!….

    • Carissimo Vincenzo Guido,.Orazio Gentileschi e’ stato senza dubbio un grande artista…ma i tormenti, le torture e le violenze sia psicologiche che fisiche che ha subito Artemisia, -hanno fatto di lei un’artista senza precedenti nel mondo dell’arte…inoltre, nella sua vita artistica e’ stato di fondamentale importanza l’incontro con Caravaggio…determinante!
      Ci son state molte pittrici donne molto brave…dipingevano fiori., ritratti, nature morte, paesaggi…ma lei e’ un’altra cosa! Se leggi la sua storia ne resterai avvinto…ne sono sicura! All’epoca, per le donne non c’era l”emancipazione che c’e’ oggi…percio’ il suo coraggio ed il suo spirito di abnegazione non solo mi affascina ma mi trasmette energia vitale! Sicuramente sara’ per te una interessante esperienza conoscere la sua storia…filtrata attraverso la tua visione e temperamento di uomo! Accanto a lei, le altre pittrici io, le vedo tutte “pallide”! Buon Tutto Vincenzo!🌸🌼🌞🌼🌸

    • Grazie assai Marina, ho letto e ne sono affascinato, come ne sono della sua pittura, e non poteva essere altrimenti, in quanto per me il Caravaggio è il numero uno in assoluto, e mi piacciono molto tutti i caravaggeschi

    • Fine ‘500 inizio ‘600.🌸🌼🌞🌼🌸

    • Na bbona vita, grazie delle tue illuminazioni 😊

    • Sarebbe bello vedere un museo in tua compagnia, visto che sei così preparata, sarebbe un viaggio bellissimo, se capiti dalle mie parti fammi sapere, se ti fa piacere una capatina a capodimonte Marina😊

    • Ovviamente con Franco 😊

    • Sarebbe fantastico!

    • La pizza la offro io, e non solo 😊

    • Grazie, ma se c’e’ un posto in cui non parlo mai e’ proprio nei musei…o cmq difronte a delle opere d’arte! Credimi…non sono cosi’ preparata come pensi…mi piace apprendere!

    • Per la pizza…allora, affare fatto!!! 🌸🌼🌞🌼🌸

    • A Capodimonte sono stata molti anni fa…in occasione della mostra di Caravaggio!!! Inenarrabile!!! 🌸🌼🌞🌼🌸

    • Quella mostra lo vista quattro volte in due giorni, davanti ad uno dei quadri del Caravaggio sono stato un ora, ma per me era passato solo qualche minuto, è stata mia figlia a sollecitare la mia ripresa in vita, facendomi notare il tempo passato 😊

    • Non scherzo, organizzatevi, sarbbe per me un onore, visto che ami il Caravaggio devi vedere le sette opere della misericordia , che non è a capodimonte, ma nel ventre di Napoli 😊

    • Comprendo! Caravaggio e’ …Caravaggio! Ho detto tutto!!!🌸🌼🌞🌼🌸

    • Da profano concordo 😊

    • Potrebbe veramente essere una bella idea

    • Vi aspetto a braccia aperte, quando volete sono qua 😊

    • 😘

    • …e perche’ no???🌸🌼🌞🌼🌸

    • Jeaaaa, organizzatevi 😊😊😊

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *