Sandor Marai – Da “Liberazione”

Posted on Lug 27, 2017 in Arte e dintorni, Blog, Letteratura | 8 comments

Sandor Marai – Da “Liberazione”

“Si può entrare in contatto con le persone anche senza parlare.[…] c’è un modo di entrare in contatto tra esseri umani più percettivo e affidabile della parola, fatto di sguardi, silenzi, gesti e messaggi ancora più sottili; è il modo in cui un essere umano nel suo intimo risponde al richiamo di un altro, quella silenziosa complicità che nel momento del pericolo dà alla muta domanda una risposta più inequivocabile di qualsiasi confessione o argomentazione, e il cui senso è semplicemente questo: io sono dalla tua parte, anch’io la penso così, condivido la tua preoccupazione, noi due siamo d’accordo…”

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

8 Comments

  1. Con Camilla era così..aimbiosi

  2. He come ti vedi in lo specchio, la conoscenza di tanto, tanto tempo!!!!❤

  3. Poi tutto questo finisce.. e ti chiudi.. ti isoli nella cantina dentro di te. Vedi il mondo scorrere.. ma tu non ci sei. Tutto e tutti ti sono sconosciuti neppure chi hai accanto. E aspetti. Aspetti la liberazione..finché una faccia amica ti si presenta davanti. E torni a camminare, libera.. pronta di nuovo riprendere contatti a trovare di nuovo quella silenziosa complicità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *