“Se dopo aver lasciato andare qualcuno o qualcosa, il tuo cuore ti fa un po’ male, è tutto okay. Significa solo che i tuoi sentimenti erano genuini. A nessuno piace concludere. Ed a nessuno piace il dolore. Ma a volte, dobbiamo portare le cose che una volta erano buone per noi, ad una fine, perché sono diventate tossiche per il nostro benessere. Non tutti i nuovi inizi sono destinati a durare per sempre. E non tutte le persone che camminano nella tua vita, sono destinate a rimanere.” (Najwa Zebian)

Posted on Feb 28, 2018 in +100 Like FB, Blog, Riflessivo | 0 comments

“Se dopo aver lasciato andare qualcuno o qualcosa, il tuo cuore ti fa un po’ male, è tutto okay. Significa solo che i tuoi sentimenti erano genuini. A nessuno piace concludere. Ed a nessuno piace il dolore. Ma a volte, dobbiamo portare le cose che una volta erano buone per noi, ad una fine, perché sono diventate tossiche per il nostro benessere. Non tutti i nuovi inizi sono destinati a durare per sempre. E non tutte le persone che camminano nella tua vita, sono destinate a rimanere.” (Najwa Zebian)

“Se dopo aver lasciato andare qualcuno o qualcosa, il tuo cuore ti fa un po’ male, è tutto okay. Significa solo che i tuoi sentimenti erano genuini. A nessuno piace concludere. Ed a nessuno piace il dolore. Ma a volte, dobbiamo portare le cose che una volta erano buone per noi, ad una fine, perché sono diventate tossiche per il nostro benessere. Non tutti i nuovi inizi sono destinati a durare per sempre. E non tutte le persone che camminano nella tua vita, sono destinate a rimanere.” (Najwa Zebian)

“Se dopo aver lasciato andare qualcuno o qualcosa, il tuo cuore ti fa un po’ male, è tutto okay. Significa solo che i tuoi sentimenti erano genuini. A nessuno piace concludere. Ed a nessuno piace il dolore. Ma a volte, dobbiamo portare le cose che una volta erano buone per noi, ad una fine, perché sono diventate tossiche per il nostro benessere. Non tutti i nuovi inizi sono destinati a durare per sempre. E non tutte le persone che camminano nella tua vita, sono destinate a rimanere.” (Najwa Zebian)

Quando penso ad un “cammino”, mi torna sempre in mente quello di Santiago…
Dove magari potevi camminare assieme ad un perfetto sconosciuto per molti chilometri, entrarci subito in sintonia perfetta, raccontargli cose di te molto intime e poi… non vederlo mai più…

Proprio come può succedere nella vita di tutti i giorni…
Ovviamente, il brano, non è un invito a chiudere una qualsiasi relazione in modo egoistico e superficiale… ma il prendere consapevolezza che ci può essere un qualcosa che non ci permette di essere nel nostro ben-essere e magari di iniziare a valutarne il “come mai”…
Serena giornata!

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *