“Non siamo tutti uguali. L’esperienza di un altro non è la nostra. La soluzione al problema di un altro è soltanto sua, e probabilmente non va bene per noi.” (Alejandro Jodorowsky)

Posted on Dic 29, 2016 in Blog, Riflessivo | 33 comments

“Non siamo tutti uguali. L’esperienza di un altro non è la nostra. La soluzione al problema di un altro è soltanto sua, e probabilmente non va bene per noi.” (Alejandro Jodorowsky)

"Non siamo tutti uguali. L'esperienza di un altro non è la nostra." (Alejandro Jodorowsky)

“Non siamo tutti uguali. L’esperienza di un altro non è la nostra. La soluzione al problema di un altro è soltanto sua, e probabilmente non va bene per noi. Ovviamente, possiamo imparare da quello che ci dice il vicino di casa. Ma una verità fatta soltanto di parole non apporta l’esperienza necessaria. Non bisogna mai credere al cento per cento a quello che ci dicono. Non perché la persona voglia o possa ingannarci, ma perché noi non siamo quella persona.”
(A. Jodorowsky – Cabaret magico)

Ovviamente, qualsiasi consiglio che ci viene dato o che diamo con il cuore è benvenuto…
Quello possiamo fare è “calarlo” nella nostra realtà e sentire se è attuabile.
È importante avere dei modelli di riferimento nella nostra vita, e da quei modelli posso imparare tanto, calando il loro comportamento su quello che sono veramente io, su quelle che sono le mie risorse, le mie attitudini…

Segui i commenti su FaceBook!

Leggi cosa possiamo fare assieme

Scrivimi, ti rispondo velocemente

33 Comments

  1. Niente è per caso! Grazie

  2. Il dilemma più grande….è fidarsi

    • Come dice il proverbio… “fidarsi è bene…”. È anche vero che da qualche parte dentro di noi riusciamo a sentire veramente quando lo possiamo fare… sempre in tema, ovviamente, di “consigli” dati con il cuore.

  3. Caratterialmente mi piacciono i consigli ma solo quando li chiedo! Poi, se un consiglio mi viene dato spontaneamente ma con il cuore certamente lo avverto e ne faccio tesoro. Mi capita spesso di consigliarmi, o solo di confidarmi, con le persone che stimo, specialmente per le cose pratiche dove, confesso, sono una “frana”!!! Vedere chiaro e con lucidita’ in noi stessi ci evita di ricorrere all’aiuto altrui…aiuto che e’ sempre filtrato attraverso le proprie esperienze, i propri gusti e punti di vista. Ma non sempre noi abbiamo la “chiarezza” di guardarci dentro…dovendo passare appunto attraverso un vero e proprio “condominio” di sentimenti e stati d’animo spesso contrastanti tra loro…vere “lotte intestine”!!! Per quanto mi riguarda, una delle prime cose che mi sono promessa da quando ho iniziato questo percorso, e’ stato quello di confidarmi meno – ah ah ah!!!spesso qualcuno ci “sguazza” con le nostre debolezze! – e da quando sento di essermi ritrovata, non ne sento piu’ neanche il bisogno. Determinata lo sono sempre stata…e desidero continuare ad esserlo, senza rinuncuare alla mia dolcezza e gioia di vivere! Gli “altri” spesso provano gelosia o invidia per la nostra “liberta’” – non c’e’ cosa che irriti di piu’ chi non puo’ averla! – ma costui non valuta mai quanto in realta’ ci sia costata ed a quante rinunce ci siamo dovuti adattare. “Conosci te stesso” …e di conseguenza conoscerai tutti gli altri. Siami noi i nostri migliori consiglieri e…non me ne vogliate ma sono pronta a fare “i ponti d’oro” a chi ci aiuta a scandagliare e discernere in noi stessi…specie nei momenti di “buio” totale! Ad majora!

    • “Non sempre abbiamo la chiarezza di guardarci dentro”… quanto è vero Marina! Ed è proprio in quei momenti che i “consigli” dati da persone amiche ci possono far sentire la soluzione a portata di mano. Ed è qui che diventa importante la nostra determinatezza nel cercare di vedere ancora meglio dentro di noi quanto quel consiglio sia effettivamente “nostro”. Grazie!

    • Gia’…!!! Grazie a te!🌞

  4. Questo assunto vale in tutto: medicine, abitudini, rapporti, lavoro, figli, famiglia, etc etc ognuno di noi è un magico universo. Ieri sera un osteopata illuminato amico, m i ha regalato una chicca: la mia chiave bioAnalogica. E’ spettacolare come questo calcolo dimostri che io sono solo io e non ci possono essere doppioni nell’universo, eppure è grande!! quindi, si, per abitudine ascolto quasi tutti (un filtro è doveroso per noi stessi) e poi “sento” se quel consiglio, quella soluzione possono adattarsi alla mia vita del momento. Ma è un sentire di pancia, non di testa. La mente, mente, il cuore e la pancia mai

  5. Ognuno di noi a una storia diversa da raccontare non siamo tutti uguali ma si puo essere simili dalle esperienze si imparano tante cose e i consigli sono sempre utili ma non si deve mai credere a tutto perchè si puo finire di sbagliare

  6. condivido in tutti sensi !

  7. E vero non siamo tutti uguali, pero la mia esperienza di vita, prendo quello che imparo e mi fare stare bene, sempre do rispetto e esigo rispetto, tutto biene de che famiglia sono nata.

  8. È vero. A volte è facile dare un consiglio ad un caso non nostro ma cmq una esperienza altrui può insegnarci tanto e sop pratutto la soluzione ad un problema altrui può aprirci la mente tantissimo indicandoci una nuova maniera di vedere un’ottica sconosciuta da noi
    Buona giornata!!

    • Certo Alejandra. In certi casi è importante è positivo avere anche un altro parere. Quello che è importante è che possiamo avere la “libertà” mentale di poterlo sentire “nostro”. Grazi e buona giornata.

  9. Io ascolto, condivido le sofferenze anche se no sono mie, le mie diverse pero sono sempre triste. Como sempre dico le mie radice sono per l’ amore verso l’altro. Siamo tutti umani!!!!❤ buona serata, dill ultimo venerdi 2017 !!!!!!❤

  10. Ogni situazione è a se stante…!Solo chi la vive può capirla fino in fondo…in tutte le sue sfumature e problematiche…e trovare una o la soluzione!..poi nulla toglie ascoltare le varie riflessioni dall’esterno!

    • Eh si… “ascoltare” e “calare” nel nostro interno sono proprio due cose distinte… ed è importante che ci siano anche le prime…

    • Confronto !…sempre con chi ti hai empatia!….è sempre costruttivo…!

    • magari possiamo provare anche con chi non “siamo” in empatia… giusto per verifica!

    • Giusto!….ma occorre che ci quanto meno un “comun denominatore”…altrimenti parlano due lingue diverse e diventa difficile il confronto…!..esempio il quadrato con il tondo….non hanno molto da dirsi…non ci si può ” allontanare ” troppo da se stessi!…..

    • Vero Antonella… anche se talvolta possiamo “scoprire” cose veramente “inaspettate” di noi… è importante che sentiamo di essere “sempre” nel nostro “centro”.

    • Bello!…sentirsi “sempre “nel nostro”centro”!

  11. Eccomi! Avere dei modelli di riferimento è importantissimo…ma senza farci conduzionare, però! Personalmente preferisco l’esperienza diretta…mi piace scoprire e cimentarmi in cose nuove! Ma non disdegno i buoni “suggerimenti”! Effetto “mirroring”, Capitano?

Leave a Reply